All’incrocio delle quattro strade

Un successo internazionale in uscita per Ets Edizioni
in occasione del Pisa Book Festival 2019!

Un paesino nel cuore della taiga nell’estremo nord della Finlandia, una storia familiare che abbraccia un secolo e intreccia tre generazioni, quattro destini. Lahja è sul suo letto di morte, con lei sua nuora Kaarina, una donna che ha sempre disprezzato, in lei il senso di rimorso per una terribile verità e il ricordo di una lunga vita. Di sua madre Maria, che decenni prima aveva costruito la casa più grande del paese davanti all’incrocio sulla strada maestra e che fedele al giuramento di Lucina sfidava la neve e i pregiudizi per soccorrere le partorienti in ogni angolo della contea. Di Onni, suo marito, tornato dalla guerra di Lapponia da eroe, ma con un segreto inconfessabile che ha compromesso ogni promessa di felicità.

Attraverso le voci dei suoi quattro personaggi, in un labirinto di scene di vita quotidiana in cui ogni capitolo è un salto nel tempo, Tommi Kinnunen realizza un affresco intimo e dalle atmosfere ibseniane della Finlandia del XX secolo, fatto di strade, stanze, incroci e scelte.

All’incrocio delle quattro strade è il romanzo d’esordio di Tommi Kinnunen, in vetta alle classifiche sin dalla sua pubblicazione nel 2014, superando in patria le oltre 120.000 copie vendute.

«Debutti letterari al livello del romanzo di Tommi Kinnunen avvengono una volta ogni vent’anni» – Antti Majander, Helsingin Sanomat.  

Candidato nel 2014 al Finlandia Prizee al Best Debut of the Year Award, nel 2015 è stato  incoronato Miglior Romanzo del 2014 dalla giuria del The Grand Finnish Journalism Prize. Nello stesso anno si è aggiudicato il Young Aleksis Prizee una menzione d’onore per il Book Prize organizzato dalla Finnish Booksellers’ Association. Nel 2016 è arrivato tra i finalisti all’Europese Literatuurprijs.

Tommi Kinnunen, nato nel 1973 a Kuusamo, nel nord-est della Finlandia, ha esordito nel 2014 con L’incrocio delle quattro strade. Considerato dalla critica finlandese uno degli scrittori più brillanti del panorama letterario contemporaneo, i suoi romanzi raccontano storie di famiglia velate dai silenzi e da segreti che come una macchia si tramandano di generazione in generazione. Abita con la sua famiglia a Turku, dove insegna lingua e letteratura finlandese in una scuola.

Maria pensa che la vita sia un edificio, come una grande casa con molte camere e stanze, e ognuna con molte porte. Ciascuno sceglie quali porte aprire, prende la propria strada e attraversa cucine e verande, e nei corridoi cerca nuove porte e nessuna è giusta o sbagliata: sono soltanto porte.