Migrazioni letterarie: quando il libro da tradurre è un best seller finlandese

Napoli 4 dicembre 2018 – Il traduttore letterario dalle lingue di minor diffusione

Intervento tenuto nell’ambito del seminario promosso da AITI Campania in collaborazione con l’Università “L’Orientale” di Napoli.

Un best seller non è solo un testo, ma un fenomeno letterario che interessa l’intero mercato delle lettere e che vede coinvolti l’insieme dei suoi momenti e tutti i suoi attori, compreso il traduttore. Nell’odierna editoria del best seller sulle scrivanie dei traduttori non mancano libri corredati da fascette che declamano cifre a tre zeri di copie vendute, e spesso il traduttore mediatore delle letterature di minore diffusione si confronta con best seller che sembrano destinati a diventare i nuovi classici.

Riconoscendo nella letteratura di massa e di consumo un campo di ricerca, capace di far emergere nodi, connessioni e prospettive, nel corso del seminario si traccerà un percorso di riflessione che muovendosi nel territorio di una letteratura di minore diffusione come quella finlandese, si propone di comprendere quali dinamiche possono scatenarsi nella migrazione di un best seller da una cultura importatrice a una esportatrice. L’introduzione di opere straniere crea interferenze, agisce sul canone, può cambiare un modello di realtà. Quale ruolo gioca il traduttore mediatore quando un prodotto editoriale che ha incontrato in patria un enorme favore di pubblico e di critica approda in un diverso ambiente editoriale e culturale, e deve confrontarsi con un gusto altro? Quanto il successo di un libro è questione di ‘fiuto’, d’ingegneria editoriale o di agency del traduttore?

L’indagine proseguirà con l’analisi di alcuni brani scelti tratti da best seller finlandesi, proposti in versione multilingue, che possano porre problematiche, interrogativi. Mantenendo il focus sul traduttore e ben saldi i rapporti tra prodotto e processo, testo e contesto, si esporranno delle possibili strategie di lavoro, utili al traduttore di letterature di minore diffusione sempre più spesso chiamato a trovare una vicinanza nella lontananza.

Programma in pdf